Turni Vacanti

numero di ore disponibili di specialistica ambulatoriale per Medici-Chirurghi.

Entra...

Iscriviti al Sindacato

Scarica e compila il Modello di iscrizione al Sumai Caserta.

Entra...

Altre Professionalità area sanitaria

Odontoiatri, Medici veterinari, Biologi-Chimici, Psicologi .

Entra...

In Primo Piano

Links



Si allega intervento di questa Segreteria in richiesta all'applicazione dell'art. 34 e 31 comma 2 dello Statuto in materia di sostituzioni.

Il Segretario Provinciale

Francesca Taglialatela

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (MX-M502N_20161122_123721.pdf)MX-M502N_20161122_123721.pdf 

Si rende noto che Sabato 19 Novembre , presso la sede dell'Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Caserta, alle ore 9:00 in prima convocazione ed ore 10:00 in seconda , si svolgerà il primo Consiglio del nuovo Direttivo del SUMAI CASERTA recentemente eletto. A partire dalle ore 11:00 , inoltre, avrà luogo un' Assemblea degli iscritti al Sindacato. Si invitano pertanto tutti i colleghi alla partecipazione per conoscere il nuovo piano di lavoro del Sindacato e rivolgere allo stesso domande e quesiti in merito alla attività istituzionale.

Il Segretario Provinciale

Francesca Taglialatela

Si allega la nota inviata alla Direzione Generale in merito alla richiesta di un incontro con la nuova Segreteria Provinciale SUMAI appena eletta.

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (insediamento.pdf)insediamento.pdf 

Si sono appena conclusi i lavori dell' Assemblea del 49° Congresso Nazionale SUMAI Assoprof (Rende-Cosenza dal 3 al 7 ottobre 2016).Diversi gli interventi istituzionali e le relazioni presentate. Riportiamo di seguito integralmente i risultati delle Elezioni del Nuovo Segretario Generale, la menzione finale e l'intervento su " Cure Primarie e Piano Cronicità" :

 

... nominato Antonio Magi nuovo Segretario Generale  del Sindacato per il quadriennio 2016-2020.

Alla presidenza è stato confermato Giuseppe Nielfi. I vicepresidenti sono Domenico Montalto e Gabriele Peperoni.


Antonio Magi, 60 anni, di Roma, Medico specialista Ambulatoriale Radiologo presso la Asl Roma 1 e già tesoriere del Sumai-Assoprof, succede a Roberto Lala, prematuramente scomparso lo scorso 1 settembre.


“È per me un onore essere stato eletto nuovo segretario generale del Sumai-Assoprof – ha dichiarato Magi subito dopo la proclamazione -. Un ruolo importante e carico di responsabilità, ancor di più dopo la prematura scomparsa di Roberto Lala che ci ha colti tutti di sorpresa. In ogni caso Roberto ha lasciato una squadra compatta e unita che sono certo è pronta ad affrontare le numerose sfide che il Sindacato ha davanti a se”.


Segreteria nazionale del Sumai-Assoprof 2016-2020


Presidente

Giuseppe Nielfi


Vicepresidenti

Domenico Montalto

Gabriele Peperoni


Segretario Generale

Antonio Magi


Tesoriere Nazionale

Giorgio Lodolini


Segretario organizzativo Settore Convenzioni

Pio Attanasi


Vice Segretario organizzativo Settore Convenzioni

Renato Obrizzo


Segretario organizzativo Settore Medici Sasn

Stefano Alioto


Segretario organizzativo Settore Medici Inail

Ugo Malasoma


Segretario organizzativo Settore Dipendenza

Giuseppe Spirto


Segretario organizzativo Settore Medicina dei Servizi

Rosanna Petrangeli


Revisori dei conti

Presidente: Franco Longhi

Maurizio Catania

Vincenzo Priolo

Supplenti:

Giovanni Del Re

Emilia Chiuini


Collegio Probiviri

Presidente:

Fernando Muja

Componenti:

Vincenzo Grella

Daniela Postiglione

Corrado Quadrini

Tiziana Fagà

Supplenti:

Paolo Patta

Giovanni Lombardi

Componenti eletti Segreteria Nazionale

Giancarlo Conte

Francesco Lanzone

Maria Carmela Strusi

Andrea Tori

Gianfranco Tositti


Coordinatore Area Biologi

Loredana Di Natale

Coordinatore Area Medicina generale

Antonio Ildo Fania

Coordinatore area Psicologi

Filippo Cantone

Coordinatore area Medicina veterinaria

Tiziana Felice

Direttore Scuola Formazione Sindacale

Luigi Sodano


Direttore Centro Studi

Pietro Procopio


Direttore Centro Servizi

Piero Bergamo

 

 

 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


MENZIONE FINALE


L'Assemblea

UDITA

La Relazione del Segretario Generale

L’APPROVA E DA MANDATO

Alla Segreteria Nazionale del SUMAI Assoprof di:


1- Attivarsi in tutte le sedi istituzionali per la rapida riapertura del tavolo negoziale economico dell’ACN dando massimo sostegno ad eventuali iniziative di lotta intersindacale perché gli eventuali incrementi economici siano adeguati al lungo periodo di blocco contrattuale prevedendo anche proposte di ampliamento e miglioramento della tutela sulla genitorialità, maternità e l’applicazione della 104;


2-  Promuovere, dopo l’approvazione dell’ACN,  l’attivazione delle AFT ed UCCP come elementi di rafforzamento della specialistica territoriale.

 

3- Diffondere a livello Nazionale e provinciale nuove iniziative di promozione per l’adesione al sindacato dei colleghi giovani potenziando i servizi resi come la formazione ECM gratuita e studiando, per questi, agevolazioni economiche sulla trattenuta o il pagamento di una quota di iscrizione al sindacato;

 

4- Promuovere incontri formativi nelle principali scuole di specializzazione sull’attività professionale dello specialista/professionista territoriale (career-day);

 

5- Curare e vigilare nel corso dell’avviate trattative per il rinnovo contrattuale  normativo del SASN, la maggior tutela del posto di lavoro, l’inserimento della nuova figura professionale connessa con le visite psico-attitudinali del personale di volo, come medici AME e l’adeguamento dei mezzi informatici nonché l’uniformità di dotazioni di tutti gli ambulatori che attualmente differiscono in modo significativo;

 

6- Difendere ed evitare se possibile di modificare l’attuale ACN pubblicato in gazzetta ufficiale durante le trattative per il rinnovo del contratto con l’INAIL, salvo eventuali modifiche praticate in accordo con la SISAC in corso d’opera;

 

7- Adoperarsi affinché si crei una maggior presenza di iscritti dell’area della Medicina Generale in tutte le sedi provinciali del SUMAI prevedendo specifici incontri sindacali;

 

8- Promuovere il rientro dell’area della medicina dei servizi nell’ACN della medicina specialistica con la possibilità di conferimento di nuovi incarichi;

 

9- Adoperarsi per l’ampliamento e l’espansione dell’area della Dirigenza Medica con particolare attenzione ai colleghi transitati ritrattando con le organizzazioni sindacali a noi affiliate una maggiore partecipazione del SUMAI ai tavoli negoziali;

 

10- Adoperarsi per i Medici Veterinari, in sede SISAC, a definire e risolvere le controversie createsi per una errata interpretazione del nuovo ACN  rafforzando la rete territoriale e regionale favorendone l’inserimento all’interno delle nuove forme organizzative territoriali (UCCP, AFT) e confermando questi ultimi nelle funzioni di polizia giudiziaria;

 

11- Sostenere l’area degli Psicologi nel raggiungimento dei propri obiettivi di crescita e piena integrazione, favorendo politiche di ingresso per i giovani;

 

12- Adoperarsi al mantenimento delle attuali ore e alla costituzione di nuove ore dell’area dei Biologi all’interno delle nuove organizzazioni territoriali (UCCP e AFT);

 

13- Promuovere la costituzione di un gruppo di rapido intervento della specialistica ambulatoriale nelle calamità naturali in collaborazione con la protezione civile;

 

14- Vigilare sulla situazione previdenziale con particolare attenzione alla sostenibilità contributiva ENPAM.

 

 

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

49° Congresso Nazionale. “Nei prossimi 10 anni mancheranno 8.000 specialisti. Se non s’invertirà la rotta sarà difficile applicare la riforma delle cure primarie e il Piano cronicità”




6 OTT - L’appello-denuncia del Sindacato degli specialisti ambulatoriali Sumai-Assoprof lanciato dal 49° Congresso nazionale. Se non s’invertirà la rotta sarà difficile applicare la riforma delle cure primarie e il Piano cronicità. “Senza un regolare turn over tra ospedalieri e convenzionati nel 2025 rischiano di mancare all’appello 55.000 medici”



Se non si invertirà la rotta degli ultimi anni si rischia di ritrovarci nel 2025 con un fabbisogno inevaso di 8.000 specialisti, il 40% dell’attuale categoria. A lanciare l’allarme è il Sindacato degli specialisti ambulatoriali Sumai-Assoprof durante il 49° Congresso Nazionale in corso a Rende-Cosenza dal titolo ‘Cronicità,
invecchiamento e crisi.
Il ruolo della specialistica territoriale in risposta
ai nuovi problemi ed alla nuova riorganizzazione
del Ssn’.


Per il Sumai-Assoprof le ragioni di questa previsione sono concorrenti: blocco del turnover che persiste in metà delle regioni italiane, precariato galoppante, sempre minor numero di medici che vengono formati, nonostante la professione rimanga fortunatamente una tra le più ambite, i dati attuali sulla categoria che vedono il 60% degli aderenti avere più di 55 anni di età ed una prospettiva di pensionamento nel medio-breve termine.


Tutto ciò per il Sindacato degli specialisti è una “vera ‘debacle’ che cozza contro ogni tentativo di riforma delle cure territoriali, considerando che nello stesso periodo andranno contemporaneamente in pensione circa il 60% dei 65.000 Medici di medicina Generale, senza possibilità di immediato avvicendamento. Infatti la scuola di formazione della Medicina Generale licenzia solo 900 medici l’anno, numeri che, al momento, appaiono insufficienti a garantire l’attuazione del recente “Piano sulle cronicità”, delle AFT e UCCP previste nel Patto della Salute ed in parte già normate ed inserite negli ACN della medicina convenzionata come riaffermato nel recente ACN della specialistica ambulatoriale. Non va certo meglio per la specialistica ospedaliera che nello stesso periodo vedrà andare in pensione circa il 40% degli attuali 113.000 appartenenti a questa categoria”.


Riassumendo, secondo i numeri elaborati dal Centro Studi dal Sumai-Assoprof su dati Enpam e INPS “entro il 2025 i medici specialisti in Italia, tra ospedalieri e convenzionati, che andranno in pensione, in mancanza di un regolare turnover si ridurranno di circa 55.160 unità e questo quindi con il concreto rischio di seppellire il nostro SSN. Una bella responsabilità, che in mancanza di adeguati correttivi, la politica si sta assumendo nei confronti di tutti i cittadini italiani”.


“Questa fotografia – rimarca il Sumai-Assoprof - segue quanto abbiamo già denunciato negli ultimi anni, e inquadra una professione che sta vivendo sulla propria pelle il serio problema del mancato ricambio generazionale con il rischio che a pagarne le conseguenze, siano prima di tutto i cittadini. I segnali sono troppo preoccupanti e rischiano seriamente di minare alla radice tutti gli sforzi fatti per rilanciare la categoria e soprattutto la medicina territoriale”.


“Abbiamo dato fiducia all’Esecutivo – afferma il Sindacato degli specialisti ambulatoriali - ma è chiaro che non possiamo più accettare di essere la valvola di sfogo di un sistema, giustamente vincolato all’economia, ma che sta perdendo ogni rispetto per il lavoro di tutti gli operatori che insistono nel mondo della sanità, esasperando conflittualità inutili, prive di reali contenuti e gravemente lesive degli interessi dei cittadini e dei professionisti stessi. Noi, specialisti territoriali, riteniamo che la misura sia colma. La diagnosi è chiara, la terapia pure. Ora non possiamo e non vogliamo più attendere”.

Si allega intervento di Codesta Segreteria in relazione all'applicazione dell' art. 31 comma 2 del vigente ACN in tema di Piano ferie e relative tempistiche .

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (permesso annuale.pdf)permesso annuale.pdf